Agevolazioni fiscali per ristrutturazioni nel 2017

  • Autore: Stefano Angelotti
  • 13 lug, 2017
persona che digita sulla calcolatrice

La Legge di Stabilità ha previsto per tutto il 2017 agevolazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edile, e in particolare per lavori inerenti all’aumento dell’efficienza energetica di fabbricati, condomini e abitazioni private. Stando alle ultime notizie, gli incentivi fiscali per questo genere di interventi saranno prorogati anche per la prima metà del 2018, nelle modalità specifiche di detrazione di cui parleremo a seguito.

Detrazione fiscale nella dichiarazione dei redditi annuale

Le agevolazioni fiscali previste dal Governo per interventi di ristrutturazione edilizia prevedono una detrazione dell’ aliquota Irpef pari al 50% dell’importo totale fino a un tetto massimo di spesa di 96 mila euro. La detrazione verrà spalmata in un lasso temporale di dieci anni, con una rata di rimborso che verrà stornata dal pagamento Irpef nella denuncia dei redditi. Il bonus può essere anche detratto da imprese edili e amministratori di condominio, oltre ovviamente alle persone fisiche proprietarie degli immobili.

Per implementare l'efficienza energetica

Per quanto concerne invece gli interventi di riqualificazione energetica, tutti coloro che intenderanno effettuare operazioni di questo tipo per il loro edificio potranno beneficiare di una detrazione fiscale Irpef pari al 65% dell’importo dei lavori, con una proroga che estende l’agevolazione fino al 2021. Il tetto di spesa totale cambia a seconda della tipologie di intervento, ossia la posa di pannelli solari, infissi ad isolamento termoacustico, cappotti termici o pannelli fotovoltaici.

Bonus fiscali per condomini

Per quello che infine riguarda le agevolazioni fiscali specifiche per le ristrutturazioni edilizie di edifici condominiali, il bonus di detrazione Irpef, dal 65% previsto, può salire fino al 75% dell’importo di spesa totale, a seconda delle tipologie di ristrutturazione effettuate.

Nello specifico, i bonus fiscali per i condomini sono previsti per due tipi di interventi, vale a dire:

Autore: Stefano Angelotti 16 ago, 2017

Stando a quanto afferma l'Articolo 242 del Decreto Legislativo numero 152 del 3 aprile 2006, nel momento in cui un’area viene contaminata, oppure se ne sospetta un potenziale inquinamento, il responsabile dell’area deve immediatamente avviare  le misure d'emergenza atte a bonificare il sito, onde prevenire la diffusione di sostanze nocive per l’uomo e per l’ambiente.

Ma quali sono tali procedure, e a chi spetta il compito di verificare se un terreno è inquinato o meno?

Nei paragrafi seguenti cercheremo di capirlo meglio, analizzando le varie tipologie di interventi necessari alla bonifica ambientale di un sito.
Autore: Stefano Angelotti 13 lug, 2017

La Legge di Stabilità ha previsto per tutto il 2017 agevolazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edile, e in particolare per lavori inerenti all’aumento dell’efficienza energetica di fabbricati, condomini e abitazioni private. Stando alle ultime notizie, gli incentivi fiscali per questo genere di interventi saranno prorogati anche per la prima metà del 2018, nelle modalità specifiche di detrazione di cui parleremo a seguito.

Share by: